RICONOSCERE E TRATTARE IL DELIRIUM Aula Magna Pad. NI, 25 Giugno 2022
Comunicato Stampa del 23/06/2022 13:45

RICONOSCERE E TRATTARE IL DELIRIUM  NEI LUOGHI DI CURA:
Un approccio Multidisciplinare

Il delirium è una sindrome neuropsicogeriatrica acuta, dal decorso ?umtante e generalmente reversibile, caratterizzata da de?cit nel funzionamento cognitivo globale, prevalentemente a carico dei processi esecutivo-attentivi, e del grado di coscienza. La sintomatologia cognitiva può essere ulteriormente esacerbata dalllinsorgenza di turbe della memoria, del°orientamento, del linguaggio o de?cit delle abilità visuo-spaziali. Clinicamente il delirium può presentarsi in tre varianti: ipocinetica (o iperattiva), caratterizzata da agitazione psicomotoria, aumentata sensibilità agii stimoli esterni, stato di per-allerta e talvolta allucinazioni, ipocinetica (o iperattiva), caratterizzata invece da rallentamento ideo-motorio, tendenza ali"assopimento, ridotta risposta agii stimoli esterni, apatia, inane è riconosciuta una variante mista, caratterizzata da una alternanza di sintomatologia di tipo ipocinetico ed ipocinetico.
La maggior parte degli studi epidemiologici sul delirium hanno coinvolto pazienti ospedalizzati, nei quali sono riconosciuti rate di prevalenza maggiori. La prevalenza di delirium in pazienti ospedalizzati è infatti stimata attorno al 23%, con range variabile dal 19% al 26%, in accordo con recenti rassegne sistematiche. Il delirium è ad ogni modo un evento comune in diversi settino di cura ospedalieri (chirurgici, post-acuti e riabilitativi) e residenziali, come nelle case di riposo deve la prevalenza risulta assai eterogenea.
Nonostante la sua rilevante prevalenza e la sua connotazione di fattore di rischio per importanti outcome avversi, quali istituzionalizzazione e mortalità, il delirium risulta tuttavia una condizione sottostimata e sotto-diagnosticata, anche perché non viene accuratamente investigata. Inoltre, i sintomi del delirium talvolta vengono erroneamente attribuiti a disturbi di connotazione neurologica (ad esempio nel caso di pazienti con demenza) o psicotica, non riconoscendone pertanto la loro identità.

Obiettivo principale del Corso è quello di contribuire alla formazione dei vari attori, nel contesto delle professioni sanitarie, coinvolti nella presa in carico e nella gestione del paziente anziano con delirium. Il Corso pertanto si rivolge a medici (geriatri, neurologi e psichiatri), psicologi, infermieri e operatori sanitari, nell’ottica di un management integrato del paziente anziano con delirium, seppur ciascuno con le proprie speci?cità e competenze. Saranno oggetto del Corso approfondimenti sulla diagnosi, sul quadro clinico, sulle
misure preventive da adottare e sulle strategie di intervento disponibili; inoltre, sarà dato spazio al tema della valutazione clinica del delirium ed agli strumenti di cui poter disporre, con speci?ci riferimenti alla loro applicazione e somministrazione. In?ne, sarà promosso un momento di confronto multidisciplinare sotto forma di tavola rotonda, con la partecipazione attiva delle ?gure professionali coinvolte nella gestione del paziente con delirium nei vari contesti di cura, per discutere delle problematiche che quotidianamente vengono a?rontate e individuare possibili futuri percorsi di assistenza e cura ai pazienti con delirium.

Brochure del Corso