Jump to Navigation

In Evidenza

 

Avviso agli Utenti - Servizio CUP Centralizzato


Dal 13 maggio è stato attivato il nuovo servizio CUP centralizzato. Per le prenotazioni è necessario contattare il numero verde: 800332277, abilitato per le chiamate da rete fissa. Per le chiamate da cellulari è attivo il numero 0941-536681. Il costo della telefonata si differenzia in base al gestore telefonico di riferimento.
 


Polime Nido: Aperte le iscrizioni per il nuovo anno

Sono aperte le iscrizioni al Polime Nido, il micro nido aziendale dell’AOU G. Martino che riprende le sue attività dall' 1 Settembre. Tariffa mensile €228,20. 

(Visualizza informazioni)


Campagna per la promozione della vaccinazione MPR (Morbillo-Parotite-Rosolia)

Alla luce dell’epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese da gennaio 2017, monitorata e documentata dal Sistema di sorveglianza integrata morbillo e rosolia, il Ministero della Salute il 4 aprile scorso ha emanato una Nota indirizzata a Regioni, Province autonome e amministrazioni centrali, che riporta indicazioni operative per la gestione dell’epidemia. La Nota ribadisce alcune delle raccomandazioni contenute nel "Piano nazionale di eliminazione morbillo e rosolia congenita (PNEMoRc) 2010-2015" per la gestione di focolai epidemici, inclusi la vaccinazione dei contatti suscettibili a partire dai 6 mesi di età e la vaccinazione degli operatori sanitari.

A causa dell'elevata trasmissibilità del virus del morbillo infatti, la possibilità di contagio nelle sale di attesa delle strutture sanitarie è alta, e le persone possono infettarsi dopo un tempo di esposizione relativamente breve. Il virus del morbillo può sopravvivere fino a due ore nell'aria o su oggetti e superfici e una persona suscettibile può essere infettata anche dopo che la persona malata ha già lasciato l'ambiente. (Scarica la locandina)

Aggiornamento situazione epidemiologica morbillo in Italia
Piano nazionale per l’eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015


Campagna per la promozione della vaccinazione antinfluenzale negli operatori sanitari

L’influenza è una malattia provocata da virus (genere Orthomixovirus), che infettano le vie aeree (naso, gola, polmoni). È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso goccioline di muco e di saliva, anche semplicemente parlando vicino a un’altra persona.

In considerazione del rischio a cui sono esposti tutti gli operatori, la nostra azienda offre gratuitamente dal 4 Novembre 2016 a tutto il personale sanitario e agli studenti delle facoltà di Medicina e Chirurgia la possibilità di vaccinarsi contro l’influenza.

I sintomi che all’inizio la caratterizzano possono essere molto variabili, dal semplice raffreddore al mal di testa, dall’infiammazione della gola alla bronchite, ai dolori osteo-articolari. A ciò va aggiunto che i sintomi dell’influenza sono simili a quelli di molte altre malattie; pertanto termine “influenza” viene spesso impropriamente attribuito ad affezioni delle prime vie aeree, di natura sia batterica che virale; ciò porta a due risultati contrastanti: da una parte viene minimizzato il ruolo dell’influenza come causa di morbosità e mortalità e, dall’altra, il trattamento e l’ospedalizzazione di soggetti con malattie simili all’influenza portano ad aumento dei costi assistenziali e dei ricoveri impropri (Visualizza informazioni)

CODICE ROSA - La gestione della violenza di genere (2a Edizione)

Data Pub: 
10/02/2017

Il 4 marzo 2017 presso l'aula della UOC di Genetica ed Immunnologia Pediatrica, piano 0 Pad NI, si terrà la seconda edizione del corso "La gestione della violenza di genere".
 
I moduli di iscrizione dovranno essere inviati alla segreteria della UOS Formazione al n. Fax: 090.2217140
 
 
 
 
 
 
 

A Messina arriva il farmaco per le persone affette da atrofia muscolare spinale

Data Pub: 
30/01/2017

In soli 5 centri italiani un programma di accesso al farmaco  consente ai pazienti con atrofia muscolare spinale di tipo I di assumere una terapia innovativa di provata efficacia.

Negli ultimi anni sono stati raggiunti rilevanti progressi nel trattamento di varie malattie neuromuscolari fra cui l’atrofia muscolare spinale (SMA).

La SMA è una patologia genetica caratterizzata da un deficit della proteina “survival motor neuron” , deputata alla sopravvivenza dei motoneuroni, cellule che conducono l’impulso nervoso ai muscoli. Ciò causa la progressiva morte dei motoneuroni e quindi importanti difficoltà motorie e respiratorie. La SMA di tipo I è la forma più crudele di questa malattia. Può essere diagnosticata già nei primi sei mesi di vita di un bambino le cui capacità motorie sono fortemente compromesse. Il bimbo SMA I non riesce a stare seduto autonomamente e sin dai primi anni di vita avrà anche grandi complicanze respiratorie.

Uno degli approcci più promettenti in questa patologia è quello mediato dal Nusinersen/Spinraza, molecola composta da oligonucleotidi antisenso che, agendo a livello dell’RNA messaggero, produce un aumento dei livelli di proteina ”survival motor neuron” matura e pienamente funzionante.

Il farmaco è stato testato in vari studi clinici sperimentali intercontinentali, tra cui Endear (SMA di tipo 1), Cherish (SMA di tipo 2), al fine di dimostrarne  sicurezza ed efficacia. Trattandosi di malattie rare, sono stati selezionati  20 centri nel mondo per condurre gli studi.

L’UOC di Neurologia e Malattie Neuromuscolari con il Centro Clinico NEMO SUD è stato uno dei cinque centri italiani selezionati con la Dott.ssa Sonia Messina  ricercatrice dell'Università degli studi e coordinatrice della ricerca del Centro Clinico NEMO messinese nel ruolo di Investigatore Principale. L’azienda farmaceutica che produce il farmaco ha aperto un programma esteso di accesso al farmaco (EAP) presso gli stessi centri coinvolti nelle precedenti sperimentazioni.

E’ un momento molto entusiasmante per chi si occupa di malattie neuromuscolari perché finalmente abbiamo un farmaco efficace da poter somministrare a pazienti con una quadro clinico molto severo. L’attivazione dell’EAP  è stata possibile grazie ai positivi risultati dello studio Endear che ha portato ad un significativo miglioramento motorio e della funzionalità respiratoria nei pazienti con SMA di tipo I .” spiegano i responsabili del programma, il direttore della UOC di Neurologia del Policlinico Prof. Giuseppe Vita e la Dott.ssa Sonia Messina. Chiariscono inoltre che questo  programma dà la possibilità ai pazienti di assumere il farmaco prima della sua possibile approvazione e commercializzazione. Il farmaco viene infatti fornito gratuitamente dall’azienda produttrice a tutti i bambini italiani affetti da SMA di tipo I mediante la procedura “per uso compassionevole” e somministrato  per un periodo di due anni.

Vista la severità di questa malattia, la fragilità di questi piccoli pazienti e la modalità di somministrazione si è resa necessaria l’organizzazione di un team che ha coinvolto varie Unità Operative del AOU Policlinico di Messina ed in particolare oltre l’UOC di Neurologia e Malattie Neuromuscolari, il Centro Clinico NEMO SUD, diretto dal Dott. Lunetta, UOS Terapia Intensiva Pediatrica (TIP), diretta dalla Prof.ssa Gitto, l’UOC di Anestesia e Rianimazione, diretta dal Prof. David. Il lavoro del team è già iniziato. I risultati sono entusiasmanti e frutto delle professionalità dei molti volti coinvolti. Non ultima l’Associazione Famiglie SMA onlus che in sinergia con ASAMSI ha supportato e fortemente voluto quanto realizzato. 

La Presidente di Famiglie SMA, Daniela Lauro: " L’Italia è la prima nazione europea per numero di pazienti trattati. Secondi nel mondo solo dopo gli USA. Un risultato straordinario che la nostra associazione ha supportato organizzando in tempi brevissimi il lavoro del comitato che presiede la somministrazione del farmaco. Famiglie SMA ha affiancato e agevolato il lavoro dei clinici, che risono dimostrati instancabili, gestendo la parte burocratica. I medici hanno compreso le ansie delle famiglie dei bimbi che attendevano da tempo questo momento importante. L’associazione ha fornito il necessario supporto logistico, psicologico ed economico alle famiglie. Perché nessuno rimanesse escluso. I dati clinici raccolti ci diranno nei prossimi mesi se questo immenso lavoro di squadra porterà i suoi frutti. Se la nostra fiducia in questo farmaco è stata ben riposta. Tutto ciò di concerto con altre associazioni perché l’accesso al farmaco è patrimonio di tutta la comunità.” 

CODICE ROSA - La gestione della violenza di genere

Data Pub: 
10/01/2017

In data 20/01/2017 si terrà il corso "CODICE ROSA - La gestione della violenza di genere"
 
Il corso, accreditato ECM con 6,5 crediti, coordinato dalla prof.ssa Mara Gioffrè con il patrocinio del CUG della AOU Policlinico G. Martino presieduto dalla prof.ssa Cettina Fenga, rappresenta una delle attività che, in coerenza con le indicazioni e le direttive dell'Assessorato Regionale della Salute, la nostra Azienda sta mettendo in cantiere per il 2017 al fine di contrastare il dilagare della violenza di genere.
 
Come è noto il "fenomeno violenza di Genere" nelle sue varie declinazioni si può presentare con modalità subdole, e spesso gli operatori della sanità, ed in particolare coloro che operano presso i Pronto Soccorso, divengono i primi osservatori necessitando pertanto degli strumenti formativi per poter riconoscere ed adeguatamente gestirne le varie tipologie di manifestazione.
 
Il coinvolgimento di tutte le UU.OO. fa parte di una necessaria visione di "Sistema" , tuttavia per questa prima l'edizione sarà data priorità ai dirigenti medici ed agli infermieri nell'ambito dei Pronto Soccorso, comunque si rappresnta che il numero di discenti previsto è  pari a 50 unità.
 
 
 

2° Corso Interaziendale di formazione sulle Malattie Cerebrovascolari

Data Pub: 
22/12/2016

Corso accreditato ECM per 80 iscritti dei quali 40 riservati al personale dell'AOU Policlinico G. Martino. Le prime due giornate riconoscono rispettivamente 9 ed 8 crediti, le successive tre giornate sono in corso di accreditamento.

 

Scarica il programma

Scarica il modulo di iscrizione

 

Premio Trimarchi all’U.O.C. di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale dell’ A.O.U diretta dalla Prof. Eloisa Gitto

Data Pub: 
29/11/2016

Si e' tenuta lunedì mattina, presso il Salone delle Direzioni del Pad. N.I. dell’A.O.U, Policlinico Gaetano Martino, la Cerimonia di Consegna del Premio Enrico Trimarchi per le Buone Pratiche in Sanità, destinato a strutture assistenziali di eccellenza della Città metropolitana di Messina e assegnato dall’Associazione Umanesimo e Solidarietà e da CittadinazAttiva. La sobria manifestazione è stata presentata e animata dall' Avv. Silvana Paratore, legale impegnato da anni nel Volontariato Sociale , che ha sottolineato la necessità di segnalare alla collettività messinese e siciliana che esistono eccellenze sanitarie in grado di fornire prestazioni di altissimo livello.

Dopo il saluto introduttivo di Giuseppe Pracanica, Coordinatore Provinciale di CittadinanzAttiva di Messina, che ha sottolineato la necessità di sostenere lo sviluppo e la crescita delle strutture cliniche del territorio, in particolare a quelle oncologiche, ha preso la parola Antonio Gaudioso segretario Nazionale di CittadinanzAttiva che ha posto l' accento sulla necessità di garantire ai cittadini un ruolo attivo e di autodeterminazione nella tutela della salute propria e della comunità nazionale e sul fondamentale ruolo del Volontariato nel Servizio Sanitario, concludendo come occorra guardare al futuro in modo coraggioso e positivo. E’ quindi intervenuta la dott.ssa Maria Teresa Taviano, vice presidente dell' Associazione “ Il Bucaneve” Onlus che assiste, con amore e in modo anche organizzativamente appropriato i piccoli pazienti e i loro genitori, grazie anche all’ospitalità dell’A.O.U che ha messo a disposizione locali per una casa-famiglia dedicata.

Il Premio Trimarchi , giunto alla sua V Edizione, e dedicato alla memoria del grande medico e umanista , ancora viva dopo più di mezzo secolo dalla sua prematura scomparsa, è stato consegnato da Nino Bianca (Presidente dell’ Associazione Umanesimo e Solidarietà, promotrice del Premio e figura di primissimo piano del Volontariato attivo della costa ionica messinese), all' Unità Complessa di Patologia e Terapia Intensiva Neonatale diretta dalla prof.ssa Eloisa Gitto. La professoressa Gitto, ricevuta l’artistica coppa in cuoio dal Presidente Bianca e dalla figlia di Enrico Trimarchi, professoressa Giovanna, ha concluso la cerimonia con un caldo ringraziamento che è divenuto un incisivo intervento di promozione della scientificità e della eticità professionale medica.

Nella fotografia da sinistra, Nino Bianca, Eloisa Gitto, Giovanna Trimarchi e  Maria Teresa Taviano

Evento formativo in 4 edizioni. Esposizione a formaldeide in ambito sanitario: normativa di riferimento e strategie preventive

Data Pub: 
22/11/2016

Evento formativo in 4 edizioni

Esposizione a formaldeide in ambito sanitario: normativa di riferimento e strategie preventive

 
 
 
 
Aula Medicina del lavoro- Pad. H, 2° piano
10 Novembre 2016
17 Novembre 2016
1 Dicembre 2016
15 Dicembre 2016

Scarica la locandina

Scarica il modulo di iscrizione

Pagine

Iscriviti a Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico "G. Martino" - Messina RSS


Main menu 2