Jump to Navigation

Stasera, circa alle 21,00, si terrà una veglia di preghiera presso la Cappella del Policlinico Universitario e domani, alle ore 16,00, saranno celebrati i funerali presso il Duomo di Messina.

Data Pub: 
26/07/2016

Veglia FunebreGiorno 24 Luglio, è venuto a mancare improvvisamente e immaturamente il prof. Tommaso Mandolfino, Specialista in Anestesia e Rianimazione e docente del nostro Ateneo.

Il Prof. Tommaso Mandolfino, nato a Messina l’1 Agosto 1961, nel Luglio del 1984 ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e lode accademica presso l’Università di Messina e nello stesso anno è stato abilitato all’esercizio della professione;  nel 1987 ha conseguito la Specializzazione in Anestesia e Rianimazione sempre presso la stessa Università.

Dal mese di Marzo del 1986 al mese di Settembre 2001 ha rivestito il ruolo di Funzionario Tecnico laureato con compiti assistenziali presso l’Istituto Pluridisciplinare di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva del Policlinico Universitario G. Martino di Messina, espletando attività di guardia di rianimazione, di anestesia per urgenze chirurgiche, di emergenza intraospedaliera per assistenza a pazienti critici, di reperibilità di anestesia e attività anestesiologica per chirurgia elettiva in tutti punti chirurgici del Policlinico e attività ambulatoriale di terapia antalgica. Contestualmente, nello stesso periodo, ha effettuato attività di Ricerca su vari settori di pertinenza disciplinare (Settore Scientifico Disciplinare MED/41- Anestesiologia).

Dal 24 Settembre 2001 ad oggi, previo superamento di relativo concorso nazionale, riveste il ruolo universitario di Ricercatore Confermato con impegno assistenziale a tempo pieno.

Ha espletato la propria carriera universitaria, didattico-scientifica e assistenziale, afferendo prima alla Sezione di Anestesiologia del Dipartimento di Scienze Neurologiche, Psichiatriche e Anestesiologiche dell’Università di Messina; successivamente, e fino ad oggi, al Dipartimento di Neuroscienze dello stesso Ateneo.

Da un punto di vista prettamente assistenziale ha prima afferito alla UOC di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva dell’AOU G. Martino di Messina, diretta dal prof. S. Montanini, e successivamente alla UOC di Anestesia e Rianimazione dello stesso nosocomio, diretta dal Prof. A. Sinardi.

Dall’Aprile 2012 a tutt’oggi, afferisce alla UOC di Anestesia e Rianimazione con Terapia Antalgica.

 

L’attività Didattica del prof. Mandolfino, indirizzata sia agli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia (Corso Integrato di Emergenze Medico-Chirurgiche) che ai Medici in Formazione di numerose Scuole di Specializzazione di Area Medica, di cui fa parte del corpo docente, presenti all’interno del Policlinico universitario, ha pienamente soddisfatto la Facoltà stessa e soprattutto i discenti, i quali hanno tratto innegabili vantaggi dalle sue lezioni e dai suoi tirocini sempre aggiornati e sempre rispondenti alle specifiche esigenze di modernizzazione e di adeguamento alla Medicina dell’Evidenza.

Ha svolto, inoltre, un’apprezzabile attività tutoriale, prestando la propria collaborazione didattico-scientifica, come relatore di numerose Tesi di Laurea in Medicina e Chirurgia, e Tesi di Diploma in varie Scuole di Specializzazione, impostando e indirizzando la ricerca bibliografica e le attività degli Studenti in Medicina e degli Specializzandi.

Ha svolto attività di docenza nei seguenti Corsi:

  • Master di II Livello in “Scienze Algologiche” presso l’università di Messina negli AA 2011/2012 e 2012/2013;
  • Dottorato di Ricerca XXIV e XXV Ciclo in “Nuove tecnologie per il monitoraggio delle funzioni vitali in terapia intensiva” presso l’università di Messina;
  • Dottorato di Ricerca XXVI, XXVII e XXVIII Ciclo in Ricerca clinica e traslazionale nella terapia Intensiva della sindrome cardio-renale e dei trapianti di rene”, presso l’Università di Messina

 

L’attività di Ricerca del prof. Mandolfino, condotta con rigore metodologico e originalità, si avvale di numerose pubblicazioni, attinenti l’Anestesia, la Rianimazione, la Terapia Intensiva Post-Operatoria, le discipline affini, e soprattutto la Terapia Antalgica alla quale, sin dall’inizio della sua carriera, ha dedicato gran parte della sua professione con spirito di dedizione dettato anche, e soprattutto, dall’esigenza di volere dare un contributo personale al progetto di trasformazione di suddetta Disciplina da attività ancillare ad attività preponderante, essenziale e di alto valore etico, della professione dell’Anestesiologo.

Suddetta attività di ricerca è stata pubblicata sulle più autorevoli riviste, con impact factor e/o indexate, nazionali ed internazionali, del settore scientifico disciplinare a cui il Prof Mandolfino ha appartenuto(MED/41-Anestesiologia).

Nell’arco della sua carriera ha svolto, su invito, numerose relazioni  a Congressi, anche internazionali, e ha partecipato, con compiti di coordinamento locale o nazionale, a interessanti ricerche clinico-sperimentali multicentriche, alcune delle quali hanno comportato interessanti contributi scientifici in vari campi.

Ha contribuito efficacemente e fattivamente, alla organizzazione di numerosi eventi scientifici a carattere aziendale, provinciale, regionale, nazionale e internazionale, dimostrando grandissime doti organizzative e gestionali, oltre che una non comune dote di umanità e di capacità relazionale.

Mettendo a frutto la grande esperienza clinico-assistenziale e le notevoli conoscenze scientifiche acquisite con il passare degli anni, è stato altresì notevole il contributo e la collaborazione forniti dal prof. Mandolfino nella stesura di percorsi diagnostico-terapeutici, di protocolli e di raccomandazioni a carattere nazionale, regionale e aziendale.

Encomiabile, a tal proposito, la collaborazione data all’AOU G. Martino di Messina per la prima stesura, e il successivo aggiornamento resosi necessario alla luce della Legge 38/2010 e di vari decreti regionali, dei protocolli sulla Partoanalgesia e sulla Terapia Antalgica per il trattamento del dolore acuto, cronico e da cancro., sia nell’adulto che nel paziente pediatrico.

E’ stato Socio ordinario di varie Società Scientifiche Nazionali (SIAARTI, AAROI, AMCI)  e Internazionali (ISIVA, ESA).

 

L’operosità in campo clinico-assistenziale del Prof. Mandolfino, espressa nel suo trentennio professionale, è dimostrata dall’abnegazione e dall’elevata competenza con cui ha svolto, la propria attività di anestesiologo/intensivista e di algologo presso il Dipartimento ad attività Assistenziale Integrata di Anestesia, Rianimazione ed Emergenze Medico-Chirurgiche dell’AOU Policlinico G. Martino di Messina, e più specificatamente attraverso l’afferenza alla UOC di Anestesia e Rianimazione con Terapia Antalgica diretta dal Prof. E. Mondello, per la quale, ha rivestito l’incarico di Vicario del Direttore.

Ha svolto compiti organizzativi e di coordinamento dell’attività anestesiologica/intensivologica presso le UU.OO. chirurgiche che usufruiscono delle prestazioni della UOC di afferenza, contribuendo all’ottimale funzionamento del servizio.

Prestando la sua attività all’interno di un Ospedale Universitario, ad eccezione delle pertinenze disciplinari connesse con la Cardiochirurgia, unica specialità non attiva all’interno del Policlinico, ha di fatto espletato la sua professione di Anestesista/Rianimatore Algologo, presso tutte le specialità chirurgiche e mediche che necessitano di consulenze disciplinari anestesiologiche, intensivologiche e algologiche, e che caratterizzano la struttura assistenziale universitaria di appartenenza.

 

 Per quanto attiene al Campo dell’Algologia, il Prof.  Mandolfino, è stato promotore dell’attivazione, tra le varie attività assistenziali della ex UOC di Anestesia e Neurorianimazione, del Servizio di A P S (Acute Pain Service), in funzione dal mese di Luglio del 2012 presso i reparti di degenza chirurgica dell’AOU.

Tale Servizio nasce con la finalità di monitorare l’efficacia, l’efficienza e la sicurezza dei protocolli aziendali per il trattamento del dolore acuto post-operatorio per l’intero periodo di ospedalizzazione di pazienti chirurgici.

Il prof. Mandolfino, nella qualità di Responsabile del Servizio di APS, ha coordinato e supervisionato l’attività di personale specialista e di Medici in Formazione che effettuano le visite, garantendo, in tal modo, un continuo miglioramento degli standard quali/quantitativi.

Nel lungo percorso professionale, il Prof. Mandolfino ha sempre ottenuto risultati superiori a quelli richiesti e, quando necessario, è stato disponibile a farsi carico di attività aggiuntive, senza stimoli e su propria iniziativa, comunque sempre nel pieno rispetto delle direttive emanate dal Direttore della UOC e delle LLGG e dei protocolli operativi vigenti.

Con grande senso di responsabilità, ha sempre evidenziato un comportamento esemplare, corretto ed adeguato alle varie situazioni, nel pieno rispetto delle norme, assumendosi la responsabilità in relazione alla propria posizione all’interno dell’organigramma, il tutto sempre nell’ottica della mission della Unità Operativa e dell’Azienda di appartenenza.

Ha sempre dimostrato notevoli capacità di impostare e realizzare in modo efficace, accurato e completo il proprio lavoro senza grosse necessità di rielaborazione dei processi e riconoscendo, con molta onestà intellettuale e professionale, gli eventuali errori, garantendo grandissima qualità nel lavoro svolto; data la sua notevole versatilità, senza penalizzare i tempi di esecuzione, ha la capacità di svolgere compiti differenti e di adeguarsi alle esigenze contingenti.

Egli, inoltre, pur già dotato di grande conoscenza scientifica, di più che eccellente competenza e di grande esperienza specialistica, tra l’altro ben sfruttata, è sempre stato pronto nell’approfondimento e nell’applicazione clinica di nuove metodiche e di nuove tecniche, a dimostrazione della notevole disponibilità verso il miglioramento continuo delle sue capacità professionali, mettendole poi a disposizione dei Colleghi.

E’ altresì totale la collaborazione prestata dal prof. Mandolfino, oltre che all’interno della U.O. di appartenenza, nei confronti di tutti i colleghi di altre UU.OO., applicando sempre un approccio multidisciplinare, per il perseguimento di obiettivi comuni, mettendo a frutto le sue spiccate doti di umanità e la grande capacità relazionale.

E’ stato in possesso, per tale motivo, del pregio di intrattenere ottimi rapporti interpersonali, animandoli e migliorandoli con iniziative atte ad aumentare la capacità comunicativa e, in buona sostanza, ad ottenere la piena fiducia dei propri colleghi e, soprattutto, dei pazienti e dei loro parenti.

Stasera, circa alle 21,00, presso si terrà  una veglia di preghiera presso la Cappella del Policlinico Universitario e domani, alle ore 16,00, saranno celebrati i funerali presso il Duomo di Messina.



Main menu 2