Jump to Navigation

Comunicati Stampa

A Messina arriva il farmaco per le persone affette da atrofia muscolare spinale

Data Pub: 
30/01/2017

In soli 5 centri italiani un programma di accesso al farmaco  consente ai pazienti con atrofia muscolare spinale di tipo I di assumere una terapia innovativa di provata efficacia.

Negli ultimi anni sono stati raggiunti rilevanti progressi nel trattamento di varie malattie neuromuscolari fra cui l’atrofia muscolare spinale (SMA).

La SMA è una patologia genetica caratterizzata da un deficit della proteina “survival motor neuron” , deputata alla sopravvivenza dei motoneuroni, cellule che conducono l’impulso nervoso ai muscoli. Ciò causa la progressiva morte dei motoneuroni e quindi importanti difficoltà motorie e respiratorie. La SMA di tipo I è la forma più crudele di questa malattia. Può essere diagnosticata già nei primi sei mesi di vita di un bambino le cui capacità motorie sono fortemente compromesse. Il bimbo SMA I non riesce a stare seduto autonomamente e sin dai primi anni di vita avrà anche grandi complicanze respiratorie.

Uno degli approcci più promettenti in questa patologia è quello mediato dal Nusinersen/Spinraza, molecola composta da oligonucleotidi antisenso che, agendo a livello dell’RNA messaggero, produce un aumento dei livelli di proteina ”survival motor neuron” matura e pienamente funzionante.

Il farmaco è stato testato in vari studi clinici sperimentali intercontinentali, tra cui Endear (SMA di tipo 1), Cherish (SMA di tipo 2), al fine di dimostrarne  sicurezza ed efficacia. Trattandosi di malattie rare, sono stati selezionati  20 centri nel mondo per condurre gli studi.

L’UOC di Neurologia e Malattie Neuromuscolari con il Centro Clinico NEMO SUD è stato uno dei cinque centri italiani selezionati con la Dott.ssa Sonia Messina  ricercatrice dell'Università degli studi e coordinatrice della ricerca del Centro Clinico NEMO messinese nel ruolo di Investigatore Principale. L’azienda farmaceutica che produce il farmaco ha aperto un programma esteso di accesso al farmaco (EAP) presso gli stessi centri coinvolti nelle precedenti sperimentazioni.

E’ un momento molto entusiasmante per chi si occupa di malattie neuromuscolari perché finalmente abbiamo un farmaco efficace da poter somministrare a pazienti con una quadro clinico molto severo. L’attivazione dell’EAP  è stata possibile grazie ai positivi risultati dello studio Endear che ha portato ad un significativo miglioramento motorio e della funzionalità respiratoria nei pazienti con SMA di tipo I .” spiegano i responsabili del programma, il direttore della UOC di Neurologia del Policlinico Prof. Giuseppe Vita e la Dott.ssa Sonia Messina. Chiariscono inoltre che questo  programma dà la possibilità ai pazienti di assumere il farmaco prima della sua possibile approvazione e commercializzazione. Il farmaco viene infatti fornito gratuitamente dall’azienda produttrice a tutti i bambini italiani affetti da SMA di tipo I mediante la procedura “per uso compassionevole” e somministrato  per un periodo di due anni.

Vista la severità di questa malattia, la fragilità di questi piccoli pazienti e la modalità di somministrazione si è resa necessaria l’organizzazione di un team che ha coinvolto varie Unità Operative del AOU Policlinico di Messina ed in particolare oltre l’UOC di Neurologia e Malattie Neuromuscolari, il Centro Clinico NEMO SUD, diretto dal Dott. Lunetta, UOS Terapia Intensiva Pediatrica (TIP), diretta dalla Prof.ssa Gitto, l’UOC di Anestesia e Rianimazione, diretta dal Prof. David. Il lavoro del team è già iniziato. I risultati sono entusiasmanti e frutto delle professionalità dei molti volti coinvolti. Non ultima l’Associazione Famiglie SMA onlus che in sinergia con ASAMSI ha supportato e fortemente voluto quanto realizzato. 

La Presidente di Famiglie SMA, Daniela Lauro: " L’Italia è la prima nazione europea per numero di pazienti trattati. Secondi nel mondo solo dopo gli USA. Un risultato straordinario che la nostra associazione ha supportato organizzando in tempi brevissimi il lavoro del comitato che presiede la somministrazione del farmaco. Famiglie SMA ha affiancato e agevolato il lavoro dei clinici, che risono dimostrati instancabili, gestendo la parte burocratica. I medici hanno compreso le ansie delle famiglie dei bimbi che attendevano da tempo questo momento importante. L’associazione ha fornito il necessario supporto logistico, psicologico ed economico alle famiglie. Perché nessuno rimanesse escluso. I dati clinici raccolti ci diranno nei prossimi mesi se questo immenso lavoro di squadra porterà i suoi frutti. Se la nostra fiducia in questo farmaco è stata ben riposta. Tutto ciò di concerto con altre associazioni perché l’accesso al farmaco è patrimonio di tutta la comunità.” 

Lettera del Direttore Sanitario

Data Pub: 
27/09/2016

Nel concludere il mio incarico di Direttore Sanitario della AOU "G. Martino", nell' impossibilità di farlo personalmente, desidero esprimere a tutti Voi la mia gratitudine per il lavoro svolto insieme, che costituirà per me un grande bagaglio di esperienza.

In questi due anni, periodo di difficoltà gestionali e di vincoli normativi, grazie al Vostro impegno e all'alto senso del dovere, l'Azienda è riuscita a raggiungere, col massimo risultato, gli obiettivi di salute e funzionamento dei servizi delle Aziende Siciliane.

Il mio sentito ringraziamento va inoltre al Magnifico Rettore e a tutto il Corpo Docente per la costante e significativa collaborazione caratterizzata da stima e condivisione reciproche.

AugurandoVi sempre migliori risultati, Vi abbraccio con affetto.

Il Direttore Sanitario

Dott.ssa Giovanna Volo

Scarica la lettera

Lettera del Direttore Generale

Data Pub: 
31/08/2016

Nel concludere il mio mandato di Direttore Generale della ADU “G. Martino", nell'impossibilità di farlo personalmente, desidero far pervenire a tutto il personale la mia gratitudine per la qualificata attività professionale espletata nei confronti dell'utenza, che ha consentito all'Azienda di assumere un ruolo di assoluto rilievo nell'ambito del panorama sanitario siciliano e non solo.

Pur in un periodo di grande difficoltà gestionali legato agli stringenti vincoli della normativa nazionale ed al P.O.C.S., l'Azienda ha dato dimostrazione di una elevata qualificazione assistenziale e gestionale, risultando centro di alta specialità per diverse discipline, e raggiungendo l'equilibrio di bilancio, senza risorse aggiuntive regionali, negli anni 2014 e 2015, e classificandosi al primo posto nella graduatoria AGENAS relativa al conseguimento degli obiettivi di salute e funzionamento dei servizi delle Aziende Sanitarie Siciliane.

Tali risultati escludono, inoltre, l'Azienda Ospedaliera dall'obbligo di adottare il "Piano di Rientro" previsto dalla legge n.208 del 2015, con le inevitabili ricadute gestionali negative che questo avrebbe determinato.
ll mio sentito ringraziamento va inoltre alI'Assessore Regionale alla Salute ed al Magnifico Rettore dell'Università di Messina che, personalmente ed anche a mezzo delle Istituzioni che rappresentano, hanno accompagnato la gestione aziendale con costante e significativa collaborazione, non facendo mai mancare alcun supporto.

Da ultimo intendo esprimere la mia sentita gratitudine al Direttore Sanitario ed al Direttore Amministrativo che hanno collaborato con lo scrivente con la qualificata e unanimemente riconosciuta professionalità e con il rigore morale ed il rispetto dei principi di trasparenza e legalità che devono guidare l'azione delle istituzioni pubbliche.

Il Direttore Generale

Dr. Marco Restuccia

Scarica la Lettera

Stasera, circa alle 21,00, si terrà una veglia di preghiera presso la Cappella del Policlinico Universitario e domani, alle ore 16,00, saranno celebrati i funerali presso il Duomo di Messina.

Data Pub: 
26/07/2016

Veglia FunebreGiorno 24 Luglio, è venuto a mancare improvvisamente e immaturamente il prof. Tommaso Mandolfino, Specialista in Anestesia e Rianimazione e docente del nostro Ateneo.

Il Prof. Tommaso Mandolfino, nato a Messina l’1 Agosto 1961, nel Luglio del 1984 ha conseguito la Laurea in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e lode accademica presso l’Università di Messina e nello stesso anno è stato abilitato all’esercizio della professione;  nel 1987 ha conseguito la Specializzazione in Anestesia e Rianimazione sempre presso la stessa Università.

Dal mese di Marzo del 1986 al mese di Settembre 2001 ha rivestito il ruolo di Funzionario Tecnico laureato con compiti assistenziali presso l’Istituto Pluridisciplinare di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva del Policlinico Universitario G. Martino di Messina, espletando attività di guardia di rianimazione, di anestesia per urgenze chirurgiche, di emergenza intraospedaliera per assistenza a pazienti critici, di reperibilità di anestesia e attività anestesiologica per chirurgia elettiva in tutti punti chirurgici del Policlinico e attività ambulatoriale di terapia antalgica. Contestualmente, nello stesso periodo, ha effettuato attività di Ricerca su vari settori di pertinenza disciplinare (Settore Scientifico Disciplinare MED/41- Anestesiologia).

Seminario: “Quale ruolo delle banche dati sanitarie sulle politiche del farmaco? Esperienze Italiane a confronto”

Data Pub: 
11/07/2016

SeminarioIl Prof. Achille P. Caputi ed il Dott. Gianluca Trifirò dell’Università degli Studi di Messina hanno il piacere di informare che il 15 Luglio 2016, alle ore 9:00, presso l’Aula Battaglia, Padiglione D dell’A.O.U. Policlinico “G. Martino” di Messina avrà luogo il Seminario dal titolo: “Quale ruolo delle banche dati sanitarie sulle politiche del farmaco? Esperienze Italiane a confronto “ di cui si allega il programma

Programma

Congresso “Lo ‘Stretto’ necessario per il neonato critico”

Data Pub: 
07/07/2016

I congresso Lo Stretto necessarioSi terrà dal 7 al 9 luglio il congresso 'Lo 'Stretto' necessario per il neonato critico', organizzato dai proff. Eloisa Gitto e Ignazio Barberi, con il patrocinio dell'Ateneo.
La cerimonia inaugurale si terrà giovedì 7 presso l'Aula Magna del Rettorato a partire dalle 17, mentre i lavori delle giornate successive si svolgeranno presso l'Hotel Royal: il venerdì tutto il giorno ed il sabato fino alle ore 15. Parteciperanno, con letture magistrali e relazioni, autorevoli figure del mondo della Neonatologia e della Terapia Intensiva Neonatale.
Nell'ambito delle molteplici sessioni scientifiche sarà dedicato un ampio spazio alla ventilazione neonatale, con l'obiettivo di affrontare le novità scientifiche sul trattamento delle patologie respiratorie del neonato. Previsto, poi, un focus sulla gestione pre, peri e post-natale dell'ernia diaframmatica che vedrà, come protagonista, il sinergismo tra varie figure professionali quali il Ginecologo il Neonatologo ed il Chirurgo Pediatra. Ospiteremo una sessione interamente dedicata al sempre più attuale tema della umanizzazione delle cure nelle UTIN; saranno trattate le novità in tema di alimentazione, con particolare attenzione alle ripercussioni a breve e lungo termine delle scelte nutrizionali nel periodo pre e post-natale e, infine, vari 'update' con spunti di discussione e di aggiornamento.
Saranno anche attivati tre Corsi Precongressuali: rianimazione neonatale con simulazione ad alta fedeltà, patrocinato dall'ONSP; la stabilizzazione del neonato critico pre-trasporto; la gestione del neonato con encefalopatia ipossico-ischemica candidato al trattamento ipotermico.

Programma Congresso

Pagine

Iscriviti a RSS - Comunicati Stampa


Main menu 2