Jump to Navigation

Cardio RM ( Risonanza Magnetica Cuore )

CHI SIAMO  

U.O.C. Radiodiagnostica

Servizio di Cardioradiologia

Direttore:
Prof. Emanuele Scribano

Medico Radiologo: Dott. Rocco Donato

Medico Referente per la Cardiologia: Dott. Gianluca Di Bella

Sede: Reparto di Radiodiagnostica, Pad F, Piano Terra

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI   

Per informazioni contattare i numeri:  090-221 2562  il martedì mattina;  090-221 3956   il mercoledì mattina 

Per le prenotazioni: si prega di inviare un messaggio di posta elettronica con nome cognome, motivo dell’esame e recapito telefonico al seguente indirizzo di posta: elettronica: cardioradiologia@virgilio.it.

La cardio-rm viene eseguita in regime di convenzione con il SSN.

 


COSA E' LA CARDIO RM (Risonanza Magnetica Cuore)

Si tratta di una metodica diagnostica non invasiva che, attraverso l’ impiego di radiofrequenze ed un alto campo magnetico, senza l’utilizzo di radiazioni ionizzanti, permette la valutazione morfologica e funzionale del cuore.

Durante la stessa seduta dell’esame di cardio rm è possibile effettuare, mediante apposita richiesta, lo studio dell’aorta toracica, sia  attraverso l’utilizzo di mezzo di contrasto (tecnica Angio-RM) che senza.

 

   


L’esame ha una durata variabile, dai 30 ai 50 minuti. Viene eseguito secondo l’ordine di arrivo dei pazienti. La macchina in dotazione utilizzata è una  PHILIPS 1.5 TESLA (sistema Achieva).

Quando è indicato questo tipo di esame: (sia nell'ambito delle indagini di prima diagnosi che nel follow-up):

  • CARDIOPATIA ISCHEMICA ACUTA e CRONICA (identificazione delle aree di edema ischemico acuto, le aree di necrosi irreversibile, i difetti di perfusione e i deficit di contrattilità parietale; distinzione fra miocardio sano o patologico ed eventualmente  predice il possibile recupero dell’area interessata)
  • CARDIOMIOPATIE  (dilatativa, ipertrofica e restrittiva / inclusa la Displasia Aritmogena del Ventricolo Destro)
  • VALVULOPATIE (stenosi ed insufficienze / con valutazione qualitativa e quantitativa dei flussi trans-valvolari)
  • PATOLOGIE del PERICARDIO (in particolare versamento pericardio, cisti pericardiche e pericardite costrittiva)
  • MASSE CARDIACHE E PARACARDIACHE
  • CARDIOPATIE CONGENITE (in fase sia pre che post-operatoria).


Controindicazioni. Non si può eseguire in caso di :

  • Clip chirurgiche ferromagnetiche vascolari
  • Pace-maker cardiaco
  • Elettrodi endocorporei
  • Protesi stapediali metalliche
  • Protesi del cristallino con ansa in titanio o platino (in particolare pazienti operati per cataratta prima del 1996; è necessaria in questo caso una dichiarazione dell’oculista che non controindichi l’esame di risonanza magnetica)Connettori metallici di shunt ventricolo-peritoneale
  • Filtri vascolari, stent e spirali metalliche
  • Neurostimolatori, pompe da infusione, sfinteri
  • Corpi estranei ferromagnetici in sede intracranica, endoculare e intravascolare (schegge o oggetti metallici)
     

Controindicazioni relative  (da valutare con lo specialista):

  • Gravidanza
  • Corpi estranei ferromagnetici in sede NON intracranica, endooculare e intravascolari
  • Fili metallici di sutura post-craniotomia o post-sternotomia
  • Protesi osteoarticolari (protesi d’anca, di ginocchio etc)
  • Impianti cocleari (richiesta compatibilità; consultare il proprio medico al riguardo)
  • Stati ansiosi, claustrofobia, impossibilità a mantenere la posizione in clinostatismo (sdraiati)
  • Peso corporeo superiore ai 120 Kg


Preparazione prima dell’esame:

  • Compilazione e firma di una scheda di consenso informato all’esame stesso
  • Rimozione di tutti gli oggetti metallici indossati (occhiali, protesi dentarie mobili, le protesi acustiche)
  • Esami di laboratorio necessari: azotemia e creatininemia (entro 60 giorni)
  • Digiuno da alimenti e bevande che non siano acqua (6 ore)
  • Portare eventuali esami precedenti (eco, ecg, tc, rm, scintigrafia, etc.)
  • Per i pazienti diabetici, sospendere farmaci a base di metformina, solo se gli esami di funzionalità renale (azotemia e creatinina sono nei limiti massimi della norma o lievemente superiori alla norma)
  • Per i pazienti allergici (a farmaci, alimenti, allergie stagionali, polvere etc.), in caso di somministrazione di mezzo di contrasto, è obbligatorio eseguire necessariamente un protocollo antiallergico


Main menu 2