Concluse le iniziative per la Giornata mondiale della prematurità
Comunicazione Aziendale del 18/11/2019 14:45

Si sono concluse oggi le iniziative, che hanno visto in prima linea l'AOU Policlinico "G. Martino" di Messina, organizzate in occasione della Giornata mondiale della prematurità, promossa dall'associazione italiana Vivere Onlus con la Società italiana di neonatologia. Estremamente positivo il bilancio complessivo.

La manifestazione finale si è svolta al Padiglione NI del Policlinico, dove si è tenuto un incontro con i familiari di alcuni bambini nati prematuri e oggi in condizioni di pieno recupero. A caratterizzare l'appuntamento, anche un apprezzato live acustico curato dai musicisti Gabriele Papalia e Alessandro Parisi.

Erano presenti il Direttore Generale del Policlinico Giuseppe Laganga Senzio, la presidentessa dell'Associazione di volontariato Il Bucaneve Carla Fortino, il Direttore dell'UOC di Patologia e Terapia intensiva neonatale del Policlinico Eloisa Gitto, il Direttore del Dipartimento Materno Infantile del Policlinico Carmelo Romeo; il Direttore dell'UOC Patologia Intensiva neonatale del Policlinico Alessandro Arco.

I vertici dell'AOU hanno sottolineato l'attenzione prestata all'operato delle associazioni di volontariato, come Il Bucaneve, in considerazione del fatto che il loro apporto risulta fondamentale nel percorso di umanizzazione delle cure; un percorso che assume rilevanza ancora maggiore nel momento in cui sono coinvolte famiglie e bambini, all'interno di quello che – a tutti gli effetti – si configura come l'ospedale pediatrico dell'Azienda.

Ieri pomeriggio, invece, la Giornata mondiale della prematurità era stata celebrata illuminando di viola la stele della Madonnina e il bastione murario del Forte San Salvatore, come i monumenti di tante città italiane. A Messina l'iniziativa è stata realizzata grazie alla disponibilità della Marina Militare con il Nucleo supporto logistico della base navale di San Raineri, sempre in sinergia con l'associazione Il Bucaneve Onlus e con l'AOU.

Giovedì scorso, invece, una messa era stata celebrata nella cappella di S. Barbara della Base militare di San Raineri dal cappellano militare don Andrea Di Paola, alla presenza del comandante di Marisuplog, capitano di vascello Giuseppe Catapano, con il vice Antonio Ciancio D'Arrigo. Durante la funzione erano stati ricordati alla presenza dei familiari i fratellini Francesco Filippo e Raniero Messina e il giovane Ferdinando Fiorino, tragicamente scomparsi, e il prof. Filippo De Luca, compianto direttore della Pediatria dell'AOU.